Uno sguardo al mercato

Uno sguardo al mercato

Sabato 26 luglio si chiudeva con i trader approfittando dei bassi prezzi per compare metallo prezioso, il dollaro USA in salita oltre il livello 81 e l'oro in recupero di 2 dollari. 

Ma facciamo il punto della situazione sugli avvenimenti dell'ultima settimana.

Giovedì l'Associazione dell'Oro della Cina analizzando i dati dei primi sei mesi dell'anno ha registrato un importante ribasso nella domanda di oro e lingotti.

Oltre la domanda fisica debole da parte dell'Asia, il recente ribasso dell'oro è condizionato dal contrasto di dati positivi per alcune economie e livello globale con le crescenti tensioni in Medioriente ed Ucraina. 

Come dichiarato dall'economista Joerg Zeuner, l 'evoluzione delle crisi in Ucraina, Iraq e Gaza preoccupa anche le aziende dell'economia più importante d'Europa, quella tedesca, che ha visto la fiducia delle imprese raggiungere a luglio la soglia più bassa degli ultimi nove mesi .

Venerdì l'oro ha pagato le forti perdite overnight, sfiorando il minimo delle ultime cinque settimane e andando verso la seconda settimana consecutiva di ribasso.

Il  capo analista di mercato presso la CMC Markets, Ric Spooner, afferma che molto probabilmente si verificheranno ulteriori ribassi di prezzo e aggiunge :  " Il fattore chiave sarà il rafforzamento del dollaro USA, causato da una perfomance economica relativamente buona destinata probabilmente a migliorare ancora nei prossimi mesi."

Alla CNBC lo sguardo degli analisti è rivolto invece sui rischi a livello geopolitico che nei prossimi mesi potrebbero rendere instabile nuovamente il mercato, alimentando la domanda dell'oro come bene rifugio.